Jump to content

A tutti i proprietari con scrambler ?


Guest
 Share

Recommended Posts

Il Motociclista, per sua stessa natura, è un essere dotato di grande fantasia e immaginazione, tanto che la sua stessa identità è data da una proiezione dell'Io quasi mitologica, non solo come se si sentisse parte di una tribù, di un gruppo sociale particolare e ben contraddistinto, ma in qualche misura anche elitario. Proprio questa grande fantasia lo porta, a volte, a valutare soluzioni e modifiche alla propria moto a dir poco singolari. Una di queste è sicuramente la scramblerizzazione di vecchie moto stradali montando gomme adatte al fuoristrada, griglie varie di protezione dalla ghiaia sollevata dalle ruote (degli altri), scarico alto adatto ai guadi delle pozzanghere che consente di grigliarsi l'interno coscia e parte del polpaccio, piastre paramotore per fungere da slitta se si decidesse di affrontare le dune del deserto, manubrio alto e largo che, poiché i cavi arrivano un po' precisi sottosterzo, mantengono la moto accellerata nelle manovre, e meno male che di raggio di sterzo ce n'è pochissimo.
Benché alcuni coraggiosi insistano a tentare di portare le scrambler artigianali o ritornate nuovamente in commercio dalle mode degli ultimi anni effettivamente su strade sterrate, esse conservano ovviamente, al di là di un'estetica decisamente accattivante, dei limiti nell'utilizzo offroad molto importanti. Poiché le sterrate hanno la peculiarità di andare a peggiorare man mano che si procede in una esplorazione, tanto da meritarsi una massima correlata alla legge di Murphy "se una sterrata si può imputtanire, lo farà", lo Scramblerista sperimenterà dolorosamente i grossi limiti della sua moto in fuoristrada. Il primo a farne le spese di solito è il paramotore, montato su staffe non adatte a sopportare gli urti, che si piegano, spesso rompendo il filtro dell'olio, il quale finisce sullo scarico provocando delle fumate bianche molto spettacolari, ma decisamente poco convenienti per la salute del motore. A questo punto, se lo Scramblerista riesce con l'aiuto degli amici (qualcuno sagramentando che lo dicevo io che con sto cancello ci toccava spingere a tutti) o rischiando il grippaggio a tornare a casa, prenderà la saggia decisione di non tornare a fare fuoristrada con la scrambler, che con quelle gomme non va più bene neanche su strada. È questo uno dei casi in cui l'immaginazione si scontra con il reale utilizzo della moto, tanto che ci domandiamo come sia possibile anche solo valutarla come appetibile.
Però, che bella che è la scrambler, noi Motociclisti ne vorremmo tutti una, non è vero?

Link to comment
Share on other sites

Ho già dato...EmojiSmiley-41:

Le moderne srambler sono, a mio avviso, assolutamente inadatte al fuori strada.

Hanno indubbiamente linee accattivanti e poi ora sono molto "di moda"

La loro qualità migliore, a parte il look accattivante, è che sono facili da guidare e spesso agilissime  tra le curve tanto da mettere in difficoltà moto stradali sportive e molto più performanti, se guidate da un buon "manico"

Ma a parte le gomme tassellate e l'mpostazione di guida da fuori strada, col fuori strada hanno ben poco a che fare.

Tira via una Scrambler Ducati, ma ve lo immaginate un BMW GS  magari col tris alu e tutto il catalogo accessori montato ad affrontare un fuori strada? Un cingolato  sarebbe più agile.

Per chi vuole fare il fuori strada esistono delle monocilindriche specializzate, molto più adatte, leggere e divertenti delle srambler, ma che ve lo dico a fà che già lo sapete...EmojiSmiley-04:

 

Edited by daigas
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use Privacy Policy We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.