Jump to content

MDC - Moto da corsa


Guest
 Share

Recommended Posts

Condivido con voi foto di due bellezze appena inviatemi da un amico.

Pulizia ed efficienza nipponica da un alto, aggressività sportiva italiana dall'altro.

Bellissime entrambe.

 

 

DSCN0458.JPG

DSCN0487.JPG

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, daigas dice:

Bellissime, ma qualche informazione in più? cilindrata, potenza, numero cilindri?

EmojiSmiley-41:

Conosco ed ho guidato la Ducati,

se non sbaglio quella in foto dovrebbe essere una mono esistente nelle cilindrate 250, 350 oppure 450.

Quelle "serie" uscivano già pronto pista dalla Ducati, ma ne sono uscite pochissime, mentre il 99% erano Mark, Scrambler o similari spogliate di tutti il superfluo, modificate nel motore, nel telaio, sospensioni, freni e chi più ne ha più ne metta e fatte da corsa.

Cavalli pochi (anche per l'epoca), ciclistica sincera per l'epoca (il classico telaio monotrave) e se poi la guidi adesso e provi a farci quello che ci fai con una SC base anche con gomme finite, ti ritrovi per terra dopo 3 curve EmojiSmiley-01:.

Rimane una bellezza infinita, un fascino unico ed inimitabile EmojiSymbols-181:EmojiSymbols-181: che bastano e avanzano per far si che ogni appassionato di moto vorrebbe averne una.

P.S. Come abbastanza normale per l'epoca avevano il cambio a destra e se ricordo bene all'incontrario (quindi boccata assicurata) EmojiSmiley-51:EmojiSmiley-51:EmojiSmiley-51:

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Soloducati dice:

Conosco ed ho guidato la Ducati,

se non sbaglio quella in foto dovrebbe essere una mono esistente nelle cilindrate 250, 350 oppure 450.

Quelle "serie" uscivano già pronto pista dalla Ducati, ma ne sono uscite pochissime, mentre il 99% erano Mark, Scrambler o similari spogliate di tutti il superfluo, modificate nel motore, nel telaio, sospensioni, freni e chi più ne ha più ne metta e fatte da corsa.

Cavalli pochi (anche per l'epoca), ciclistica sincera per l'epoca (il classico telaio monotrave) e se poi la guidi adesso e provi a farci quello che ci fai con una SC base anche con gomme finite, ti ritrovi per terra dopo 3 curve EmojiSmiley-01:.

Rimane una bellezza infinita, un fascino unico ed inimitabile EmojiSymbols-181:EmojiSymbols-181: che bastano e avanzano per far si che ogni appassionato di moto vorrebbe averne una.

P.S. Come abbastanza normale per l'epoca avevano il cambio a destra e se ricordo bene all'incontrario (quindi boccata assicurata) EmojiSmiley-51:EmojiSmiley-51:EmojiSmiley-51:

Grazie per la bella testimonianza Alessandro, massima ammirazione EmojiSmiley-106:

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Gia' dice:

Grazie per la bella testimonianza Alessandro, massima ammirazione EmojiSmiley-106:

Grazie, vedere metterci le mani era uno spasso, io ero un bambino e guardavo come se avessi guardato un film porno (in seguito ho fatto anche quello, ma questa è un'altra storia EmojiSmiley-23:EmojiSmiley-23:) bastava un garage, una saldatrice, pochi attrezzi e tanta passione.

Al telaio veniva segato l'archetto posteriore e rinforzato con delle placche di ferro bucate poi con il trapano, un po' per togliere peso, molto perchè faceva tanto racing EmojiSmiley-51:EmojiSmiley-01:, per le sospensioni veniva adattato quello che c'era ed i freni se avevi i soldi c'erano i Fontana in magnesio oppure altre marche, tutti a doppia camma, che per azionarli ci moleva la forza di Hulk  visto che avevano ovviamente 2 bei fili di acciaio belli grossi e 2 belle camme da smuovere (e comunque non frenavano lo stessoEmojiSmiley-01:).

Motore elaborato, ed anche qui i soldi ovviamente facevano la differenza, con kit frizione a secco chi se lo poteva permettere, vari raccordi per portare l'olio dove era necessario ecc.. ecc..., Cerchi Borrani, semimanubri tommaselli, carena e gasssss

Poi parecchi anni dopo l'ho anche guidata, quando ormai facevano parte delle gare d'epoca.

Alla moto della foto a conferma delle modifiche casalinghe di cui sopra, è stato alzato il gruppo sella/serbatoio (sempre con la solita saldatrice da garage) probabilmente perchè uno dei tanti proprietari probabilmente era più alto della media.

Il bello di quelle moto è che passavano via via con il passare degli anni in campionati minori (Mondiale, europeo, italiano, velocità in salita, fino ad approdare in tempi recenti alla gare d'epoca) dove ogni proprietario faceva delle modifiche e per questo hanno una storia sulle spalle da far venire i brividi...

Potessero parlare....

 

Edited by Soloducati
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Soloducati dice:

Conosco ed ho guidato la Ducati,

se non sbaglio quella in foto dovrebbe essere una mono esistente nelle cilindrate 250, 350 oppure 450.

Se ci fosse il motore a nudo basterebbe contare le alette del cilindro per riconoscere la cilindrata ( sui vecchi mono era possibile)?

Link to comment
Share on other sites

Concludo dicendo che se davvero la Honda è una RC 164 e magari una ex Jim Redman originale si va sui 400.000 ed oltre eurozzi (fonti internet), senza contare che (forse) con una RC ci ha corso anche Mike the Bike e allora....

A vedere le foto,  sembra più una moto da esposizione che una moto che continua a calcare le piste, veramente molto molto bella !!

Edited by Soloducati
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Reeko81 dice:

Se ci fosse il motore a nudo basterebbe contare le alette del cilindro per riconoscere la cilindrata ( sui vecchi mono era possibile)?

Yesssss

Poi vedendo i numeri del motore si potrebbe vedere se è un Desmo vero, oppure se ha solo la testa desmo messa successivamente da un proprietario durante le 1.000 elaborazioni che ha avuto negli anni...

Edited by Soloducati
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use Privacy Policy We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.